.
Annunci online

Attivisti
luogo d'incontro per gli attivisti del Partito Democratico

19 aprile 2008
"Fortissimo impegno per la sicurezza, in particolare delle donne"

- Roma, 19 apr - Francesco Rutelli promette "un impegno fortissimo" per la "tutela della sicurezza in questa città. Credo che sia prioritario difendere le donne da quest'escalation di violenza". Così il cabdidato alla poltrona di primo cittadino commentando l'episodio della studentessa accoltellata e violentata da un romeno di 37 anni nella stazione de La Storta. Per Rutelli "Qualsiasi tipo di violenza è intollerabile", ed è necessario "prevenire, contrastare, e punire i responsabili. Se sarò eletto sindaco - ha aggiunto - sarò in prima linea per la difesa delle persone in generale, e delle donne in particolare". Rutelli ha ricordato che nel 2007 le violenze sessuali in Italia "sono state 4.663, quasi 13 al giorno" ed ha ricordato che quando era al governo aveva proposto "l'istituzione della banca del Dna: purtroppo la fine della legislatura non ha permesso di renderla operativa". A questo proposito il candidato sindaco ha ricordato che l'adozione di questo strumento investigativo nel Regno Unito ha consentito di portare le identificazioni dei responsabili di reati sessuali "da meno del 20% a più dell'80%". Rutelli ha anche sottolineato gli interventi compiuti dal governo Prodi: "il decreto legislativo attuato dopo la vicenda Reggiani ha permesso l'espulsione in due mesi e mezzo di oltre 280 persone. Si tratta prevalentemente di cittadini comunitari e in maggior parte rumeni". Un provvedimento applicato nei confronti di persone considerate "di grave pericolosità", che si sta rivelando efficace perché le persone espulse, che vengono riaccompagnate nel loro paese di provenienza, se decidono di rientrare nel nostro Paese "rischiano fino a 10 anni di carcere". "Nell'arco di un anno - ha concluso Rutelli - un trend del genere porterà all'allontanamento di parecchie centinaia, se non migliaia, di persone".

notizie a cura di 9Colonne

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rutelli pd roma

permalink | inviato da tore13 il 19/4/2008 alle 22:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
19 aprile 2008
Battere la destra per il buon governo della Capitale

News dal sito di Rutelli (fate girare)

Il 27 e il 28 aprile non è in gioco solamente il governo di Roma. Il vero confronto è fra la storia del modello di buona amministrazione del centrosinistra e un salto nel buio, nelle mani di una destra aggressiva e inconcludente. Dopo i risultati molto difficili delle elezioni politiche, il buon governo di Roma è determinante per l’equilibrio generale del paese. E di fronte ad un governo nazionale nel quale peserà moltissimo la Lega di Bossi, l’alleanza di centrosinistra ha tutte le carte in regola per difendere il ruolo della capitale e gli interessi nazionali.

Nel 1993 Roma era una città stanca e in declino, con una classe dirigente vecchia e decimata dagli scandali, rassegnata a vedere il suo nome associato all’idea di inefficienza e di corruzione. Dopo quindici anni oggi si parla di “modello Roma”, la prima città italiana a essere paragonata alle più grandi e moderne capitali europee. Questo non è accaduto per caso: in questi anni il centrosinistra ha saputo maturare un’idea di sviluppo e di crescita e ha saputo metterla in pratica.

I dati parlano chiaro. E’ cresciuta l’economia: nel periodo 2000-2006 la crescita media annua è stata quasi doppia del valore nazionale e anche nel 2007 la crescita dell’area romana è fra le più alte d’Italia. Insieme all’economia è cresciuta l’occupazione: occupati +15%, tasso di occupazione femminile +10,5, tasso di disoccupazione in diminuzione di oltre il 3%.

Il risultato del quale il centrosinistra deve andare più orgoglioso è il deciso salto quantitativo e qualitativo dei servizi offerti alla collettività, come l’aumento di oltre il doppio dei posti disponibili negli asili nido, da 8.300 a quasi 17.000, o il numero di soggetti beneficiari delle azioni di assistenza del Comune da 150 mila ad oltre 250 mila. Il nuovo sistema di agevolazioni Ici beneficia quest’anno 750mila famiglie , oltre a 50mila famiglie già esentate totalmente.

Per la Tari, tariffa rifiuti, i beneficiari delle riduzioni sono passati nel 2007 da 50mila a 155mila, di cui 65mila esenti e 90 mila ammissibili alla detrazione di 90 euro. Gli investimenti varati dal 2001 raggiungono 7,3 miliardi, a cui si aggiungono 4,2 miliardi programmati per il 2008-2010.

La realizzazione di grandi spazi internazionali come l’Auditorium , la straordinaria offerta culturale, la capacità di attrarre risorse dall’esterno, accanto alla decisa e costante crescita demografica sono le ragioni per le quali recentemente Roma è salita dal 23° all’8° posto nelle classifiche sulla qualità della vita nelle province italiane.

Il Nuovo Piano Regolatore Generale è il provvedimento simbolo di questo lavoro e rappresenta una svolta per la città. Un lavoro che non può essere disperso, abbandonando Roma nelle mani di una destra irresponsabile, capace solo di dire no, senza alcuna esperienza che non sia quella di insultare chi ha lavorato nell’interesse di tutti.

L’esperienza del “modello Roma” deve continuare, nelle mani di chi ha già dimostrato di sapersi adattare alle nuove sfide, capace di ascoltare i cittadini di qualunque orientamento politico, gli incerti e chi è rimasto deluso. Dobbiamo ricordare agli alleati di chi parla di “Roma ladrona,” che la Capitale si conferma una locomotiva per l’intera economia italiana, al centro di un sistema moderno e avanzato, aperto al mondo, che ha migliorato i suoi tradizionali punti di forza, dal turismo alla cultura, e ne ha costruiti di nuovi, nella ricerca, nell’innovazione, nei servizi avanzati alle imprese.

Di fronte a un’alleanza compatta e convinta nel sostegno a Francesco Rutelli, l’unico legame che unisce la destra è la voglia di distruggere, pronti ad allearsi a Roma con i peggiori rappresentanti del neofascismo dichiarato, come al governo sono vicini di poltrona con i leghisti, campioni di odio anti romano. Il ballottaggio del 27 e 28 aprile fra Francesco Rutelli e Gianni Alemanno parte dallo straordinario risultato dei dieci Municipi che hanno già dato al centrosinistra la maggioranza al primo turno, e affida a tutti i cittadini romani una scelta che decide per il futuro della città, per una rivincita che avrà un grande valore anche nazionale. Bisogna lavorare fino all’ultimo minuto per riportare al voto tutti i romani che hanno scelto Rutelli al primo turno, per convincere gli indecisi, per confermare e rafforzare un’esperienza politica e amministrativa che ha permesso a tutti i cittadini romani di tornare a essere orgogliosi della nostra città e fiduciosi del suo futuro.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rutelli

permalink | inviato da tore13 il 19/4/2008 alle 11:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
19 aprile 2008
I chioschi per Francesco Rutelli nei Municipi di Roma

Municipio I – Largo Argentina di fronte alla libreria Feltrinelli


Municipio I – Piazza Vittorio/via Conteverde


Municipio II – Piazza Gimma (Viale Libia)


Municipio II – P.le Flaminio – vicino metro lato piazza del Popolo


Municipio III – Piazza Bologna lato Via Ravenna


Municipio III – San Lorenzo Largo Osci Municipio IV – P.le Ionio


Municipio V –Piazza Santa Maria Consolatrice – Casalbertone


Municipio VI – Gazebo Mobile Largo Agosta


Municipio VII – Via dei Castani angolo Via degli Abeti


Municipio VII – P.le Gerani (Sinistra Arcobaleno)


Municipio VIII – Gazebo Mobile via Quaglia Tor Bella Monaca


Municipio IX – Piazza Re di Roma


Municipio X – Via Tuscolana angolo Via Scribonio (altezza Metro Numidio Quadrato)


Municipio X – Piazza Don Bosco


Municipio XI – Circonvallazione Ostiense angolo via Caffaro


Municipio XIII – Largo Ravennati (Pontile di Ostia)


Municipio XIII – Via Wolf Ferrari angolo Via Scontrino – Infernetto


Municipio XV – Piazza Fabrizio De Andrè – Magliana


Municipio XV – Via Marino Mazzacurati all’interno del parcheggio del Centro Commerciale Leclerc


Municipio XVI – Via dei Colli Portuensi altezza Parrocchia Nostra Signora di Coromoto


Municipio XVIII – Piazza S. Giovanni Battista De La Salle (parcheggio adiacente il Municipio)




permalink | inviato da tore13 il 19/4/2008 alle 11:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
19 aprile 2008
Campidoglio, l’appello di Ingrao per Rutelli

- Roma, 18 apr – Uno dei padri nobili della sinistra italiana, Pietro Ingrao, torna a far sentire la sua voce a proposito della corsa al Campidoglio, rinnovando, come già aveva fatto una settimana fa dalle colonne del Manifesto, il suo appoggio a Francesco Rutelli. “Siamo in un momento aspro e delicato per la nostra nazione. Si sono svolte le elezioni politiche e hanno visto la vittoria di un capo reazionario come Silvio Berlusconi. Ritengo che sia un evento brutto e grave per il mio paese e soprattutto per le grandi masse di lavoratori italiani oggetto di duro sfruttamento. Non c’è tempo però per lacrime e recriminazioni. Non possiamo rinchiuderci nel guscio di casa. Bisogna riprendere da subito – da domani stesso – la lotta. Ci sono già di fronte a noi nuovi appuntamenti brucianti, di grande importanza – sottolinea Ingrao - prima di tutto l’elezione del sindaco di Roma capitale: città che è un simbolo per il mondo intiero. Avanti allora a lavorare adesso col popolo e nel popolo per l’elezione di Francesco Rutelli, combattente generoso e conoscitore profondo delle questioni romane, a guida della metropoli capitolina. Questo – conclude l’ex dirigente comunista - è il compito alto e grave che sta ora dinanzi alle forze democratiche e di sinistra, e che non ci consente soste. La lotta continua. Da vecchio e testardo militante mi rivolgo al popolo romano e chiedo, invoco: in queste ore cruciali dia ognuno un contributo per eleggere Rutelli a sindaco di Roma”.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rutelli ingrao

permalink | inviato da tore13 il 19/4/2008 alle 11:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
19 aprile 2008
Sinistra Arcobaleno: con la destra è a rischio la vita democratica di Roma

- Roma, 18 apr - La sinistra lascia da parte “la sua prudenza, il suo non mettiamoci sul contro”, come detto dalla coordinatrice della campagna elettorale per la Sinistra l’Arcobaleno a Roma, Patrizia Sentinelli, perché “il ballottaggio è un’altra cosa e i romani devono sapere con chi si è alleato Alemanno”: una “destra xenofoba, razzista, antisemita. A rischio è la vita democratica della città”. La dichiarazione della Sentinelli è stata rilasciata nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato i vertici della sinistra capitolina, come i segretari romani di Prc Massimiliano Smeriglio, di Sd Massimo Cervellini, ma anche il coordinatore romano del Pd Riccardo Milana, l’ex assessore alla Cultura Silvio Di Francia, la presidente della federazione regionale dei Verdi Loredana De Petris. Tutti hanno sottolineato che “se Roma si chiude nell’arroccamento di questa destra - ha detto Sentinelli - non si potrà neanche più discutere: rischiamo qualcosa di spaventoso, di chiudere l’esperienza democratica vissuta a Roma in questi anni”. Sentinelli ha ricordato che “Alemanno ha candidato tra i suoi un esponente di Forza Nuova, Daniele Pinti, arrestato per l’aggressione a Villa Ada compiuta durante un evento dell’Estate Romana”. Quella che si trovano davanti i cittadini romani è “una destra xenofoba e intollerante, che ha visto come protagonista Luca Romagnoli, un signore quarantenne che ha fatto impallidire il parlamento di Strasburgo con le dichiarazioni che negavano l’Olocausto”. Riccardo Milana ha sottolineato come “Alemanno nel 2003 sosteneva che il fascismo non fu solo leggi razziali e non può essere definito il male assoluto”. Cervellini afferma che “questa è una destra che contiene pericolosità e un apparentamento anche formale sarebbe un insulto alla città”, che comunque ha dentro di sé “gli anticorpi per rispondere a questi personaggi”.

notizie a cura di 9Colonne



permalink | inviato da tore13 il 19/4/2008 alle 10:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
18 aprile 2008
questa sera al Loft

Debbo veramente dire che quando ti senti convocato nella sede principale del PD è sempre emozionante e per me lo è stato questo pomeriggio.

DSCN0541 

Faccio il punto della situazione. Qui a Roma la situazione è tutta in fibrillazione non solo perché il test elettorale del 27 e 28 ci pone seri problemi in alcune periferie ma anche perché si tratta di trovare le giuste mosse non solo per convivncere le persone a votare ma per coinvolgerne delle nuove a votare ed a votare PD.

Debbo dire che mi sono sentito molto eccitato questa sera al Loft malgrado la stanchezza accumulata non solo perché ho conosciuto tantissimi giovani di altre circoscrizioni elettorali ma perchè ci è stata data una certa importanza nello studio delle azioni strategiche di questi giorni.
La ricerca di idee e degli strumenti che metteremo in atto sono gli unici strumenti che abbiamo per confermare il risultato già di vantaggio che abbiamo.
Per cui vi chiedo ad ognuno in anticipo e soprattutto a quelli che siete di Roma e Provincia di fare quest'ultimo sforzo per convincere più persone posssibili a non saltare l'appuntamento elettorale.
Domani dovrebbero uscire i manifesti ed i volantini nuovi e ve li anticiperò come sempre con lo stesso entusiasmo che ci ha visto uniti in questo mese.




permalink | inviato da tore13 il 18/4/2008 alle 22:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
18 aprile 2008
Lettera ai romani

Veltroni scrive ai cittadini della capitale in vista del ballottaggio

Il segretario del Partito Democratico, Walter Veltroni, in vista del ballottaggio del 27 e 28 aprile per l'elezione del sindaco di Roma, ha inviato ai cittadini romani una lettera in cui si invitano i romani a votare per Francesco Rutelli al Comune e per Nicola Zingaretti alla Provincia.

Riportiamo il tetso della lettera:
“Sono Walter Veltroni, voglio rivolgermi a lei con poche parole e con sincerità, come ho sempre fatto in questi sette anni, da Sindaco di Roma.

Al ballottaggio di domenica 27 e lunedì 28 aprile lei, insieme a tutti i romani, avrà la possibilità di decidere chi sarà il prossimo Sindaco di questa nostra meravigliosa città. Io le chiedo di non rinunciare a questa possibilità, di andare a votare e di scegliere Francesco Rutelli.

In questi due giorni si eleggerà anche il Presidente della Provincia. E per questa istituzione le chiedo di scegliere Nicola Zingaretti. Un giovane competente e appassionato, che può dare una grande dignità alla Provincia di Roma e può contribuire in modo determinante a creare un rapporto sereno ed equilibrato tra la capitale ed i comuni che la circondano.

Se le chiedo di scegliere Francesco Rutelli è per l’esperienza unica e appassionante che, grazie anche a lei, ho avuto il privilegio di fare in questi sette anni. Sono stati, per me, anni bellissimi e intensi, durante i quali Roma è cambiata, è cresciuta, e si è fatta sempre più comunità. Insieme abbiamo raggiunto tanti traguardi. Insieme abbiamo superato momenti difficili, vissuto gioie e avviato esperienze nuove che rimarranno.

Ad iniziare il cammino, quindici anni fa, fu un giovane Sindaco. Era il 1993 quando proprio Francesco Rutelli prese in mano il governo di una città che veniva considerata ferma, senza futuro, destinata ad un inevitabile declino.

Da allora, con un grande lavoro fatto di ascolto, di competenza, di idee concrete e pratiche realizzazioni, quelle previsioni sono state prima smentite, poi totalmente ribaltate. E oggi Roma è quella che ognuno di noi conosce e vive.

Una città che ovviamente ha, come tutte, cose da migliorare e problemi da risolvere, a cominciare dal traffico, dall’emergenza casa e dalle difficoltà create dalle grandi ondate migratorie, evidenti soprattutto nell’ultimo anno. In questo senso l’impegno con cui Rutelli sta affrontando i temi della sicurezza, del decoro e della pulizia della città va nella giusta direzione.

E comunque, Roma è una città che ha come tratto distintivo quello di essere aperta e solidale, quello di aver realizzato una crescita economica doppia rispetto al resto del Paese, di aver creato negli ultimi anni oltre 200 mila posti di lavoro, di aver raggiunto la cifra record di 26 milioni di turisti e di aver avviato la realizzazione delle linee B1, C e D della metropolitana, oltre ai prolungamenti delle linee A e B.

Roma è una città impegnata a offrire un futuro ai giovani, a dare certezze e tranquillità alle famiglie, a garantire sicurezza e sostegno a centinaia di migliaia di cittadini anziani. Una città più semplice, ricca di cultura e al tempo stesso vicina ai più deboli, a chi è in difficoltà, a chi vive ai margini e rischia di essere escluso. Vogliono dire questo i posti negli asili nido passati in questi ultimi anni da 8 mila a quasi 20 mila, le 100 mila persone in più assistite dai servizi sociali, l’Auditorium e il Passante a Nord-Ovest, la nascita di un servizio come lo “060606”, le agevolazioni sull’Ici, sulla Tari, sul trasporto pubblico e sulle mense scolastiche che oggi riguardano 800 mila romani.

Roma non sarebbe questo senza il grande lavoro iniziato da Francesco Rutelli. Il Sindaco del Giubileo, delle “cento piazze”, del buon governo. Il Sindaco che ha fatto del Campidoglio una casa di vetro.

Una città è un viaggio fatto gli uni assieme agli altri. Con una meta uguale per tutti: crescita, giustizia sociale, sicurezza, conoscenza e opportunità. Una meta che potrà essere raggiunta anche grazie al programma, alle capacità, alla passione di Nicola Zingaretti alla guida della Provincia.

Questo viaggio, per Roma, ora può continuare. Con Francesco Rutelli, Roma può crescere ancora, può diventare ancora più bella, può essere ancora di più un luogo dove nessuno resta solo e dove è possibile vivere serenamente. Walter Veltroni”.




permalink | inviato da tore13 il 18/4/2008 alle 22:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
18 aprile 2008
Veltroni e Rutelli all'Alberone

 
Sabato 19 aprile alle ore 13 Francesco Rutelli e Walter Veltroni incontrano i cittadini romani dell'Alberone all’interno dei caseggiati dei ferro-tramvieri, entrata via Orvieto, 25/via Foligno,14 dove il candidato sindaco e il segretario del Partito Democratico incontreranno i cittadini. Seguirà un rinfresco.



























 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rutelli veltroni

permalink | inviato da tore13 il 18/4/2008 alle 22:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
18 aprile 2008
APPELLO AL VOTO DI BALLOTTAGGIO PER COMUNE DI ROMA E PROVINCIA

 Ecco l'appello di Articolo 21

Un voto per Roma città aperta
L’associazione Articolo21 è composta da donne e uomini che anche in occasione delle recenti elezioni politiche hanno votato in modo diverso, ed alcuni  non hanno proprio votato. Per natura e per costume abbiamo ed avremo sempre il massimo rispetto per qualsiasi opinione e per qualsiasi manifestazione di critica e di dissensi , ma proprio per queste ragioni vogliamo ricordare a noi stessi e a tutti che, in questi anni , il Comune e la Provincia di Roma sono stati un punto di riferimento per chiunque creda in una città aperta capace di ospitare le più diverse manifestazioni e di consentire la più ampia rappresentazione delle diverse forme espressive.

“Roma città aperta” è diventata sempre di più una grande capitale internazionale capace, sia pure tra limiti e contraddizioni , di accogliere tante diversità. Per queste ragioni ci permettiamo di chiedere, in occasione dei prossimi ballottaggi non solo e non tanto un voto per Francesco Rutelli e per Nicola Zingaretti, ma  anche e soprattutto un voto per sè stessi, un voto per impedire che Roma e la sua provincia possano trasformarsi in una città chiusa e magari aperta ai venti di quella intolleranza, che sembra aver conquistato tanta parte dell’Italia. Ci auguriamo che anche chi ha legittimamente deciso di esprimere il proprio dissenso non votando o votando nei modi più diversi, al primo turno voglia partecipare al prossimo ballottaggio e voglia anche promuovere ed organizzare la più ampia partecipazione al voto.

Primi firmatari dell'appello: Federico Orlando presidente di Articolo21, Giuseppe Giulietti portavoce, Tommaso Fulfaro segretario, Giorgio Santelli, Stefano Corradino, Angelo Giacobelli, Michele Cervo, il Consiglio Direttivo e la redazione di Women in the city, Nella Condorelli, Andrea Catizone, Federica Pezzoli, Paola Zampini, Marcella Mariani, Lisa Castaldo, Laura Massacra, Luisella Ratiglia, Zeinab Atallah, Vincenzo Condorelli, filmmaker 

  • LEGGI E FIRMA L'APPELLO PER ROMA CITTA' APERTA
  • GUARDA CHI LO STA SOTTOSCRIVENDO



  • permalink | inviato da tore13 il 18/4/2008 alle 13:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
    17 aprile 2008
    Sartori e Santoro non aiutano il Pd

    In questo momento assisto ad Anno Zero e vedere ancora il prof. Sartori criticare Veltroni per come ha condotto la campagna elettorale non mi va proprio giù.
    Il fatto che contesta la mancanza di stile per non essere stato sufficientemente aggressivo nei confronti del suo principale oppositore me la dice lunga sul fatto che come intellettuale forse si sente un pò messo da parte.
    Non ho ancora letto il suo ultimo libro ma sentendolo in questa trasmissione nelle sue riflessioni credo non ne valga poi tanto la pena.
    Mi sa che non ha capito niente del messaggio e del seme futuro lanciato da Veltroni basta dire come ha criticato il tour delle centodieci città. L'unica cosa che potrebbe sembrare azzeccata sulla base del risultato delle regioni che erano a rischio prima del voto è il fatto che forse andavano messe più a ferro e fuoco e con un investimento di maggiori risorse nella campagna elettorale.
    Solo questo meriterebbe una qualche considerazione. Per il resto il suo atteggiamento lo ritengo abbastanza denigradorio della personalità di un leader come Veltroni e me la dice lunga anche il fatto che è presente in una trasmissione dove c'è Santoro e per giunta anche Di Pietro.
    Sono sincero non gradisco che un Di Pietro dimostri tutta questa soddisfazione per il successo avuto dal suo partito ma sarebbe stato uguale se avesse corso da solo?
    Non lo so ma certo il risultato forse non sarebbe stato raggiunto.
    Ma perché continuo a vederlo forse per non perdermi le ultime puntate di una trasmissione che dopo l'insediamento del parlamento forse non assisteremo più...


    Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd anno zero italia dei valori elezioni

    permalink | inviato da tore13 il 17/4/2008 alle 22:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
    sfoglia marzo   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7  >>   maggio