.
Annunci online

Attivisti
luogo d'incontro per gli attivisti del Partito Democratico

22 marzo 2008
Newroz

Domani, 23 marzo 2008, la comunità kurda invita l'intera cittadinanza al Campo Boario di ROMA, al centro culturale Ararat per celebrare il Newroz. Questa è la festa del grande fuoco che saluta l'inizio della primavera e il capodanno kurdo, simbolo della mitica rivolta del fabbro Kawa che nella notte dell'equinozio del 612 a.C. liberò il popolo dei Medi dall'oppressore assiro. Il Newroz - il nuovo giorno - viene celebrato ogni anno dalle culture di ceppo indo-iranico che onorano danzando intorno al grande fuoco perenne il Dio Ahura Mazda, dio della prima religione monoteista che si diffuse attraverso il profeta Zarathustra in tutta l'area anatolica. Il Newroz è il tempo di dimenticare i rancori e dare un nuovo segno di amicizia e di solidarietà. E' proprio così che comincia ogni nuovo anno, nella speranza che sia portatore di buone notizie per il mondo intero. Oggi il Newroz è per l'intera comunità kurda il simbolo della lotta contro l'oppressione di quei Paesi che non permettono a 35 milioni di persone di cultura curda di avere una patria e di esistere come popolo.

fonte: Liberazione
22/03/2008


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. curdi newroz

permalink | inviato da tore13 il 22/3/2008 alle 15:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
21 marzo 2008
News dal sito di Anna Finocchiaro
 

Elezioni, Finocchiaro con Veltroni nel suo tour siciliano

Palermo, 21 marzo 2008. Anna Finocchiaro, candidata alla presidenza della Regione Siciliana, parteciperà alle manifestazioni organizzate in occasione della presenza in Sicilia di Walter Veltroni, che con il suo “Giro dell’Italia Nuova” sarà martedì 25 a Trapani, Palermo ed Agrigento, mercoledì 26 a Caltanissetta, Enna e Ragusa, e giovedì 27 a Siracusa, Messina e Catania.


Finocchiaro, "Autonomismo miserabile non crea benessere"

Palermo, 20 marzo 2008. Quanto pesa la Sicilia nei destini nazionali? "Pesa, pesa - ha risposto così Anna Finocchiaro, candidata alla presidenza della Regione siciliana, ai microfoni di "28 minuti", la trasmissione di Radio Rai 2 condotta da Barbara Palombelli. "Basti pensare che Totò Cuffaro è stato candidato al Senato dall'Udc, che in Sicilia è alleata con il Pdl. Pesa nel modo di intendere l'autonomismo, che invece di essere prima di tutto esigente con se stessi e responsabile è un autonomismo miserabile che chiede solo, che cerca la consonanza con il governo centrale per ottenere nuove risorse, magari da spendere male come sono stati sprecati i finanziamenti europei, non utilizzati per creare formazione vera, occupazione vera, benessere vero".

Ricordiamo che in Sicilia non ci sono le elezioni per scadenza naturale della legislatura...."No, infatti, in Sicilia ci sono le elezioni regionali – ha risposto così Anna Finocchiaro - perché il Presidente della Regione Totò Cuffaro ha ritenuto giustamente di dimettersi dopo essere stato condannato a 5 anni per collusione con la mafia e all'interdizione dai pubblici uffici, se pure con sentenza di primo grado".

"E' una battaglia difficile - ha continuato Anna Finocchiaro. Ma io credo e spero che i siciliani abbiano capito che da un parte c'è il feudalesimo e dall'altra c'è la modernità. Niente di straordinario, per carità, ma cose normali come la qualità, l'efficienza, la buona amministrazione. Certo c'è un sistema clientelare forte che stringe come un cappio i bisogni. Però io spero proprio – ha detto la candidata alla presidenza della Regione siciliana - che i siciliani abbiano compreso che le risorse non sono infinite e che non si possono distribuire in modo così discrezionale perché questa discrezionalità colpisce soprattutto i giovani, i quali invece devono poter contare sul merito negli studi, sul fatto che un lavoro non si ottiene per chiamata diretta, ma vincendo un concorso, che il lavoro nel privato è il frutto di ciò che hai studiato, di quanto ti sei preparato, di ciò che sia produrre".


Finocchiaro, "Questione ponte affrontata in modo ideologico"

Palermo, 20 marzo 2008. "Credo che la questione del Ponte di Messina venga affrontata spesso in modo ideologico e simbolico, come se fosse la panacea per tutti mali. Non è così, tutti sanno che il vero problema è attraversarla, la Sicilia. La mobilità interna è impossibile. Io dico prima strade, ferrovie e porti, poi il Ponte". Lo ha detto Anna Finocchiaro, candidata alla presidenza della Regione siciliana, intervistata da Barbara Palombelli nel corso di "28 minuti", in onda su Radio 2.

"Proprio nei giorni scorsi un albergatore di Siracusa mi ha raccontato che una coppia di turisti gli ha chiesto come raggiungere in treno Agrigento e Palermo - ha detto Anna Finocchiaro - Be', lui ha tirato fuori l'orario di Trenitalia e ha scoperto che per raggiungere da Siracusa Agrigento ci vogliono 7 ore e 40, per raggiungere Palermo 11 ore. Per questo dico che la questione del Ponte di Messina viene affrontata in modo ideologico e anche simbolico. La necessità primaria in Sicilia è la mobilità interna e quella verso il continente, come si dice, e verso l'Europa e il mondo. La priorità devono essere le strade e le ferrovie nell'interno – ha continuato Anna Finocchiaro - mentre credo che usare l'auto per spostarsi nel continente non sia conveniente. Per questo bisogna puntare su voli low cost per le persone e per le merci sulle autostrade del mare".


Finocchiaro, "Nostra energia è nuova mobilitazione femminile"

Palermo, 20 marzo 2008. "Questa campagna elettorale è faticosa ma non gravosa per il nuovo entusiasmo femminile che non ha barriere né di età né di estrazione sociale - lo ha detto Anna Finocchiaro, candidata alla presidenza della egione siciliana ai microfoni di "28 minuti" di Barbara Palombelli su Radio Rai 2. "E' una delle cose bellissime di questa campagna elettorale. Del resto ci sono donne siciliane che esprimono da tempo grandi talenti nell'imprenditoria". Un appuntamento che le sta particolarmente a cuore? "Tengo molto all'incontro con le madri siciliane - ha detto Anna Finocchiaro - Il 7 aprile io e Rita Borsellino a Palermo terremo un discorso alle madri siciliane".


Domani su RadioDue Barbara Palombelli intervista Anna Finocchiaro

Palermo, 19 marzo 2008. Domani, giovedì 20 marzo alle 13 su Rai - RadioDue, Anna Finocchiaro, candidata alla presidenza della Regione siciliana, sarà ospite della trasmissione "28 minuti" condotta da Barbara Palombelli.


Finocchiaro: "Sono qui per vincere. La partita è aperta e si gioca sugli indecisi"

La presentazione della lista "Anna Finocchiaro Presidente – Per la Sicilia"

Palermo, 19 marzo 2008. "Io sono qui per vincere. Il 20% dell'elettorato è costituito da indecisi, che aspettano che qualcuno parli con loro. E' con loro che si gioca la partita delle elezioni regionali, che è assolutamente aperta". Lo ha detto Anna Finocchiaro oggi a Palermo, alla conferenza stampa di presentazione della lista "Anna Finocchiaro Presidente – Per la Sicilia".
"Questa volta – ha aggiunto la candidata alla presidenza della Regione - l'affluenza alle urne sarà più alta rispetto alle regionali del 2006, grazie all'effetto traino delle elezioni nazionali che si svolgono nella stessa giornata. Per vincere dobbiamo recuperare 145 mila voti, e ce la faremo".
Quanto poi alla "questione socialista", Anna Finocchiaro ha detto: "Ci sono tanti socialisti nelle nostre liste, perché chi è socialista sta da questa parte. Non giudico le altre scelte, ma davvero non riesco a capire come, chi viene dalla tradizione socialista, possa confluire in una forza come il Pdl, ormai dichiaratamente schierata a destra".


Finocchiaro, soldiarietà ad Amadore

Palermo, 19 marzo 2008. “Esprimo la mia piena solidarietà a Nino Amadore, vittima per la seconda volta, in poche settimane, di un atto intimidatorio. Lo dice Anna Finocchiaro candidata alla presidenza della Regione siciliana a proposito delle minacce ricevute dal giornalista de “Il Sole 24 ore”.
"È preoccupante che ancora oggi parlare di mafia in Sicilia significhi esporsi a rischi personali inaccettabili.
Mi auguro che si faccia presto piena luce su quanto accaduto e che Amadore possa portare avanti in piena serenità il proprio lavoro".


Sicilia, Finocchiaro: “Investire in imprese miste per riequilibrare la presenza delle donne nel mondo del lavoro”

Palermo, martedì 18 marzo 2008. “La nostra nuova Regione dovrà riequilibrare la presenza delle donne nel mondo del lavoro in Sicilia, sfruttare le loro competenze e investire in imprese miste. Anche qui le donne devono potersi realizzare professionalmente: dobbiamo trasformare il detto ‘cu nesce arrinesci’ in ‘cu resta arrinesci’”. Lo ha detto Anna Finocchiaro, candidata alla presidenza della Regione siciliana, intervenendo stamane a Palermo ad un convegno organizzato da Arcidonna. “Il rifiuto di accogliere la presenza femminile nel mondo del lavoro è conservatorismo: dobbiamo alimentare il vento del cambiamento per spazzare via ciò che riteniamo intollerabile. Servono strumenti che favoriscano l’inserimento professionale delle donne. Alcuni ci sono già, come l’impresa femminile, che prevede incentivi alle aziende che assumono donne a tempo indeterminato: su questo il governo di centrosinistra ha molto lavorato, ma ancora non basta. Serve anche un cambio di mentalità – ha concluso Anna Finocchiaro - non possiamo più accettare che un numero ancora elevato di donne rinunci in partenza a proporsi sul mercato del lavoro”.


Finocchiaro: "Di che parla Lombardo? Federalismo è cosa seria".

Palermo, 18 marzo 2008. "Vedo che Lombardo mi rincorre sui temi della campagna elettorale. Ora anche lui parla di lotta agli sprechi, tagli agli enti inutili, riconoscimento delle eccellenze. Mi rincorra pure, io volo". Lo dice Anna Finocchiaro, candidata Presidente della Regione Sicilia.
"Ma quello che trovo bizzarro è sentire da lui queste considerazioni proprio oggi che sui giornali siciliani si parla di sprechi e truffe, e che truffe, compiute dalla precedente giunta Cuffaro - continua Anna Finocchiaro - Ciò che più diverte è che Lombardo parli anche di fiscalità di vantaggio, di modello irlandese e, ieri, di una sintonia totale con la Lega Nord sul federalismo. Ma di che parla? Io vorrei chiedere a Bossi cosa pensa del Ponte sullo Stretto e a qualsiasi amministratore leghista come giudica la gestione della spesa pubblica della Regione Sicilia in questi anni. Capisco le convenienze elettorali, ma i cittadini siciliani non si meritano ulteriori bugie ed ipocrisie. Il federalismo - conclude Anna Finocchiaro - è una cosa seria fatta di responsabilità e rigore.
L'autonomismo di Cuffaro e di Lombardo è, purtroppo, un'altra cosa".


Fiat, Finocchiaro: stop rilancio stabilimento Termini Imerese è ennesimo regalo del governo Cuffaro

Palermo, 18 marzo 2008. “La decisione ribadita oggi da Marchionne ci preoccupa e certo non aiuta il rilancio industriale della Sicilia”. Lo ha detto Anna Finocchiaro, candidata alla presidenza della Regione siciliana, commentando le dichiarazioni dell'ad di Fiat, Sergio Marchionne, sul futuro dello stabilimento di Termini Imerese.
“Purtroppo – ha aggiunto Finocchiaro - siamo di fronte all’ennesimo regalo del governo Cuffaro, che è venuto meno ad un accordo di programma. Perché la Fiat portasse avanti il progetto di rilancio dello stabilimento di Termini, infatti, serviva un provvedimento di impegno economico della Regione a sostegno dell’area industriale, che però è rimasto nei cassetti di Palazzo d’Orleans per otto mesi. Era una grande opportunità, che ora rischia di sfumare”.


Sicilia, Finocchiaro: “Cuffaro e Lombardo spieghino scandalo formazione professionale"

Palermo, 18 marzo 2008. "Chiedo a Cuffaro e a Lombardo cosa pensano dei veri e propri scandali siciliani riportati oggi dai quotidiani. La vicenda del porto di Messina e ancor di più quella relativa alla relazione della Corte dei Conti sui corsi di formazione professionale mettono ancora una volta in luce quanto irresponsabile e colpevole sia la gestione del denaro pubblico da parte della Regione Siciliana". Lo dice Anna Finocchiaro, candidata alla presidenza della Regione Sicilia.
"E' davvero grave ciò che viene denunciato oggi, ma purtroppo sono cose che sospettavamo e conoscevamo - sottolinea Anna Finocchiaro - Le risorse in questa nostra regione sono arrivate e anche in maniera consistente. Ma il centrodestra e il governo Cuffaro hanno sperperato risorse e usato questo denaro, che ricordiamo dovrebbe essere utilizzato per la crescita e lo sviluppo della nostra regione, per alimentare clientele e mantenere intatta una gestione del potere opaca e al limite dell'illecito. Chiedo a Cuffaro di spiegare quanto è avvenuto. E Lombardo che ne pensa? - continua Anna Finocchiaro - Il controllo e l'efficacia della gestione della spesa pubblica è una delle priorità che ho indicato per cambiare il volto della Sicilia. Sono convinta che i siciliani vorranno, il 13 aprile, voltare pagina".


Finocchiaro, "il virus positivo è contagioso"

Palermo, 17 marzo 2008. "La bella e importante operazione conclusa questa mattina dalla procura di Palermo rappresenta l'ennesimo colpo al racket del pizzo, ma soprattutto dimostra come il virus positivo della consapevolezza e del coraggio si sta espandendo nella societa' siciliana". Lo dice Anna Finocchiaro, presidente del gruppo del Pd al Senato e candidata Presidente della Regione Sicilia. "La collaborazione degli imprenditori taglieggiati e' condizione essenziale per eliminare alla radice il racket - dice Anna Finocchiaro - E' significativo che questi episodi si stiano moltiplicando: cresce la consapevolezza che la denuncia conviene, che la legalita' conviene e che cosi' lo Stato riesce ad essere piu' vicino ai commercianti, agli imprenditori, ai cittadini. Sempre piu' alto e' il numero di chi non vuole piegare la testa.
Diciamo grazie ai magistrati e alle forze dell'ordine che tanto fanno contro la mafia ma ringraziamo anche gli imprenditori e i commercianti siciliani che davvero in questi mesi hanno dimostrato di avere fiducia nel cambiamento. Senza il loro impegno - conclude Anna Finocchiaro - lo Stato sarebbe piu' debole".


Mercoledì 19 presentazione della lista "Anna Finocchiaro Presidente - Per la Sicilia"

Palermo, 17 marzo 2008. Mercoledì 19 marzo, alle ore 11.30, presso la sede del Comitato elettorale di Anna Finocchiaro a Palermo, in via Principe di Belmonte 25, si svolgera' la conferenza stampa di presentazione della lista "Anna Finocchiaro Presidente - Per la Sicilia".
Alla conferenza stampa interverranno Anna Finocchiaro, candidata alla Presidenza della Regione siciliana, e i candidati della lista nelle province siciliane.



Finocchiaro: "E' Cuffaro a dire no a sviluppo moderno e compatibile"

"Capisco i toni da campagna elettorale ma suo modello ha fallito. Anche Lombardo costretto a prendere le distanze".

Palermo, 17 marzo 2008. "Capisco le difficoltà e gli imbarazzi di Cuffaro e conosco le regole della campagna elettorale. I cittadini della nostra Isola non si faranno certo 'infinocchiare' da me ma non vogliono più farsi 'impinocchiare' da Cuffaro". Lo dice Anna Finocchiaro, candidata Presidente della Regione Sicilia.
"Io non ho mai detto no ai termovalorizzatori - prosegue Anna Finocchiaro - Ho detto no al Piano dei rifiuti di Cuffaro, bocciato dalla Corte dei conti e dalla Commissione bicamerale sui rifiuti.
Ma dico sì ad un ciclo serio di smaltimento dei rifiuti, che sviluppi la raccolta differenziata, che crei le conseguenti aree di compostaggio, la viabilità per i mezzi che devono trasportare i rifiuti. Alla fine di questo corretto e moderno ciclo ci saranno i termovalorizzatori che, come avviene in Emila Romagna, bruciano solo il 30% del totale dei rifiuti visto che il resto viene riutilizzato. Ed è così che accanto quegli inceneritori, che non bruciano indifferentemente tutti i rifiuti, come avrebbe voluto Cuffaro, con grave danno per la salute dei siciliani, e dal quale oggi anche Lombardo è costretto a prendere le distanze, possono convivere produzioni di eccellenza come quelle ad esempio del parmigiano reggiano o dei prosciutti. Io dico no - conclude Anna Finocchiaro - ad una Sicilia inquinata".


Per chi non lo sapesse può lasciare un commento direttamente nel blog di Anna Finocchiaro

www.myspace.com/annafinocchiaro


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. anna finocchiaro pd

permalink | inviato da tore13 il 21/3/2008 alle 16:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
20 marzo 2008
Anno ZERO: nel nome della madre

Il suicidio del ginecologo di Genova e la campagna di Giuliano Ferrara hanno riportato il tema dell’aborto al centro della discussione.
Molte donne si sono scontrate con mille difficoltà nell’affrontare la già drammatica scelta di abortire. La presenza massiccia di medici obiettori e delle organizzazioni cattoliche, oltre che l’ingerenza della politica nella sanità pubblica, rende il percorso una corsa a ostacoli.
Lo Stato non dovrebbe comunque garantire supporto alle donne e funzionalità alle strutture dove si pratica l’interruzione di gravidanza?

Ne discuteranno in studio il ministro del Commercio internazionale Emma Bonino, Savino Pezzotta (Unione di centro), Franca Rame e Eugenia Roccella (Popolo della libertà).

Il reportage di Annozero, firmato da Stefano Maria Bianchi e Alberto Nerazzini, è un viaggio nella lottizzazione degli ospedali Lombardi dove su 48 direttori generali 23 sono di Forza Italia, 11 della Lega, 8 di An e 2 dell’Udc

La trasmissione può essere seguita anche in streaming direttamente sul sito di RAIDUE


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. anno zero

permalink | inviato da tore13 il 20/3/2008 alle 20:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
20 marzo 2008
il sale della terra
"Noi possiamo tornare a essere i migliori, a essere il sale della terra. Lasciamo che la speranza, per una volta, ci gonfi il cuore. Io voglio prendermi cura della Sicilia come farebbe una madre e spero di farlo insieme a tante altre madri".

Anna Finocchiaro


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. finocchiaro

permalink | inviato da tore13 il 20/3/2008 alle 19:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
20 marzo 2008
tanti di questi video...si può fare

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. azione pd si può fare

permalink | inviato da tore13 il 20/3/2008 alle 19:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
20 marzo 2008
Traduzione del comunicato stampa del Dalai Lama

Vorrei cogliere questa occasione per esprimere la mia profonda gratitudine ai leaders del mondo ed  alla comunità internazionale per la loro preoccupazione per i recenti tristi eventi in Tibet e per i loro tentativi di convincere le autorità cinesi di fare esercizio di moderazione nei rapporti con le manifestazioni.
 
Dal momento che il governo cinese mi ha accusato di orchestrare queste proteste in Tibet, mi appello per una approfondita indagine da un rispettato corpo, che dovrebbe includere rappresentanti cinesi, per esaminare queste accuse. Tale organismo avrebbe bisogno di visitare il Tibet, la tradizionale tibetana aree al di fuori della Regione Autonoma del Tibet, e anche l’amministrazione centrale tibetana, qui in India, in modo che la comunità internazionale e, soprattutto, il più di un miliardo di cinesi persone che non hanno accesso a  informazioni non censurate, per scoprire che cosa sta realmente accadendo in Tibet, sarebbe estremamente utile se rappresentanti dei media internazionali, fosse anche impegnata in tali indagini.
 
Se si intende o no, credo che una forma di genocidio culturale ha avuto luogo in Tibet, dove l’identità tibetana è stata costantemente sotto attacco. I Tibetani sono stati ridotti a un’insignificante minoranza nella propria terra a causa dello enorme trasferimento di non tibetani in Tibet. Il carattere distintivo del patrimonio culturale tibetano con la sua caratteristica lingua, le usanze e le tradizioni sta scomparendo. Invece di lavorare per unificare la sua nazionalità, il governo cinese è discriminatorio nei confronti di questa minoranza nazionalità, tra i quali i tibetani.
 
È noto che i monasteri tibetani, che costituiscono il nostro principale posto di apprendimento, oltre ad essere il deposito di cultura buddista tibetana, sono stati fortemente ridotti sia per numero che per la popolazione. In quei monasteri che non esistono ancora, serio studio del buddismo tibetano, non è più consentito, in effetti, anche l’ammissione di questi centri di apprendimento viene strettamente regolamentata. In realtà, non vi è libertà religiosa in Tibet. Anche per chiedere un po ’di più la libertà si coore il rischio di essere classificati come uno separatista. Non vi è alcun reale autonomia del Tibet, anche se queste libertà fondamentali sono garantiti dalla Costituzione cinese.
 
Credo che le proteste e le manifestazioni che si svolgono nel Tibet sono uno spontaneo risentimento pubblico...sbagliato credere che ulteriori misure repressive sono il modo per raggiungere il loro obiettivo dichiarato di lungo termine, l’unità e la stabilità.
 
Da parte nostra, noi rimaniamo impegnati a prendere la Via di Mezzo e perseguire un processo di dialogo al fine di trovare una soluzione reciprocamente vantaggiosa per la questione tibetana.
 
Con questi punti in mente, ho anche cercato il sostegno della comunità internazionale per i nostri sforzi per risolvere i problemi del Tibet, attraverso il dialogo, e li esorto a invitare la leadership cinese di esercitare la massima moderazione nel trattare con l’attuale situazione e per il trattamento di coloro che sono stati arrestati correttamente ed equamente.
 
Dalai Lama
Dharamsala

                                                                                                              
 
Chhime R. Chhoekyapa, Segretario Mobile + 91 (09816021879)
Tenzin Taklha, misto Segretario Mobile + 91 (09816021813)
Fonte: www.dalailama.com


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. dalai lama

permalink | inviato da tore13 il 20/3/2008 alle 18:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
20 marzo 2008
Norberto Bobbio

"Diritti dell'uomo, democrazia e pace sono tre momenti necessari dello stesso movimento storico: senza diritti dell'uomo riconosciuti o protetti non c'è democrazia; senza democrazia non ci sono le condizioni minime per la soluzione pacifica dei conflitti. Con altre parole, la democrazia è la società dei cittadini, e i sudditi diventano cittadini quando vengono loro riconosciuti alcuni diritti fondamentali; ci sarà pace stabile, una pace che non la guerra come alternativa, solo quando vi sarano cittadini non più di questo o quello stato, ma del mondo"
                                                                                                                   Norberto Bobbio


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. democrazia mondo bobbio cittadinanza

permalink | inviato da tore13 il 20/3/2008 alle 18:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
20 marzo 2008
Giorgio Napolitano
"dietro il qualunquismo c'è la negazione della Democrazia"
Giorgio Napolitano

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Napolitano

permalink | inviato da tore13 il 20/3/2008 alle 14:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
20 marzo 2008
Finocchiaro: "Tornare al Senato in caso di sconfitta? Non saprei"

Notizia appena arrivata:
"Se non dovessi vincere la sfida contro il mio avversario Raffaele Lombardo, non so se restero' a fare il deputato regionale in Sicilia oppure se torno in Senato. Piu' i giorni passano e piu' l'idea di tornare a Roma mi sembra distante, perche' l'impegno qui e' pieno e totalizzante". Lo ha detto il candidato a Governatore siciliano per il centrosinistra, Anna Finocchiaro, presentando oggi a Palermo la sua lista in vista delle prossime Elezioni regionali.
"Comunque - ha poi aggiunto sorridendo - il problema non me lo sono posto, perche' penso di vincere le elezioni. Sono qui per questo: avevo molte cose da fare e sono venuta qui per vincere le elezioni e cambiare la Sicilia".
Replicando ai giornalisti che le facevano notare che se si dimettesse da deputato regionale l'Ars resterebbe con un seggio vuoto, Finocchiaro ha detto: "Non c'e' nessuna previsione di legge nel caso in cui il candidato presidente perdente si dimetta, ma francamente non mi pare neppure possibile che l'Ars resti in composizione non perfetta". Secondo Anna Finocchiaro si dovrebbe supplire a questa "vacanza" legislativa recuperando i migliori perdenti o il primo dei non eletti del listino del presidente."

Fonte: Adnkronos

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. diffondi finocchiario pd

permalink | inviato da tore13 il 20/3/2008 alle 13:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
20 marzo 2008
Omaggio a Scorzoni presidente del mio Municipio



sito di riferimento: www.fabrizioscorzoni.it
il mio sostegno in qualità di iscritto al circolo di Via dell'Archeologia alla sua campagna elettorale

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scorzoni pd presidente VIII municipio

permalink | inviato da tore13 il 20/3/2008 alle 12:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia febbraio   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9  >>   aprile